Place

Via Cima Tofino 2/E Arco (TN)

Plan

claudia@tourix.it lu-ve 9-17

Organizzare un viaggio fai da te: quanto tempo ci vuole?

Sempre più spesso si sentono clienti attratti dalla prenotazione fai da te dei viaggi. ” A me piace studiare l’itinerario tutta da sola”, “acquistando online sono libera di scegliere l’hotel che voglio e in caso cancellarlo a poche ore dalla partenza “, “mi prenoto il volo da solo e scelgo io l’orario di partenza”, ma soprattutto: “Non voglio spendere un centesimo in più del necessario e quindi opto per il fai da te”.

Abbiamo già affrontato più volte il tema se convenga o meno prenotare in agenzia viaggi o optare per il fai da te, dal punto di vista strettamente economico. Se ti sei perso l’articolo lo trovi qui: https://www.tourix.it/costa-meno-in-internet-o-in-agenzia-viaggi/?fbclid=IwAR3fDbc7RPTQuBJxId4lWjx5BwgQQgOxZpu_ryzQKvD6Hdkd6nw2-Atp7Ps

La risposta non può che essere DIPENDE. Dipende da dove vai, cosa vuoi fare, se la destinazione è coperta da voli low cost, se servono visti o documenti particolari.

E’ lampante che se mi reco a Valencia per un ponte di tre giorni, e trovo online un volo economico, online un hotel su qualche portale, posso permettermi di fare la prenotazione in autonomia.

Ma anche in questo caso, serve conoscere: l’aeroporto dove atterrerò è vicino alla città che voglio visitare? quanto mi costerà un transfer per il centro? Quanti kg posso imbarcare sul volo ? come faccio il check in online?

Naturalmente posso viaggiare anche senza copertura assicurativa, e sperare che vada tutto bene. O al limite, nella mia testa raccontarmela che se per qualsiasi motivo io non potessi più partire non ci avrò “smenato” chissà quale cifra.

Oggi non vorrei però soffermarmi troppo sull’aspetto economico, quanto su quello del rapporto tempo/beneficio.

Tutti noi siamo stritolati, chi più chi meno, in un ingranaggio stritola tempo, per cui ci sembra di non averne mai abbastanza. Le incombenze quotidiane delle quali volenti o nolenti ci dobbiamo occupare ci sottraggono tanto tempo. Ecco che per far fronte a questi ritmi incessanti molti di noi si sono “arrabattati” trovando persone che svolgessero per loro i compiti dei quali fisicamente non potevano occuparsi in prima persona: la signora che ci aiuta nelle pulizie domestiche, il servizio per fare la spesa online che ci viene recapitata, il food delivery che ci piace tanto, e persino il wedding planner che ci aiuta ad organizzare il nostro matrimonio.

In tutto questo turbinio di aiutanti ed esperti , nel tempo è venuta a mancare la collaborazione dell’agente di viaggi per le nostre vacanze. “eh beh certo, le vacanze sono una cosa bella, me le organizzo io!”.”per quelle il tempo lo trovo!”

Non ho mai tempo di andare in Agenzia Viaggi , e poi di parcheggiare, di attendere il mio turno, e poi sai quelli fanno orari rigidi, chiudono proprio quando io potrei essere libero”.

Scordatevi gli agenti di viaggio di vecchio stampo. Chi si è adeguato ed è rimasto al passo con i tempi, vi offre orari flessibili, skycall negli orari più graditi, vi viene a trovare a casa o in Ufficio., vi offre il suo supporto al riparo da occhi indiscreti ( e chi vive in qualche piccola cittadina di provincia sa a cosa alludo…) e vi viene incontro come può.

Oggi però vorrei tornare sul concetto del tempo, per valutare se il fai da te è sempre la scelta migliore anche sotto lo stretto profilo tempo/benefici.

La mia prima domanda è: quanto tempo ci metti a realizzare il tuo viaggio fai da te? hai mai fatto questo calcolo?

Partiamo dalla meta: ti dovrai informare, quindi immagino prenderai info su internet , sui vari forum dei viaggiatori, dagli enti del turismo. Magari nel tempo libero andrai a farti qualche giro in una fiera aperta al pubblico., oppure chiederai ad amici che ci sono già stati di darti qualche suggerimento utile

Ok supponiamo che tu abbia già scelto, e che quindi tu ti debba avvicinare alla creazione di una vacanza, itinerante o meno. Se itinerante ci vuole molto piu tempo, se stanziale la scelta sarà sicuramente più semplice. Supponiamo che tu abbia scelto una vacanza “stanziale”

Ora dovrai vedere come raggiungere la tua destinazione, con che mezzo. Se ti serve un volo cercarlo sui vari motori di ricerca.Trovare la miglior soluzione prezzo/rari non è una cosa semplice.

Una volta trovato il volo, dovrai cercare un hotel. E qui immagino inizierai a consultare più portali diversi, magari qualche comparatore, se parli la lingua supponiamo che tu faccia anche una telefonata all’Hotel per vedere se riesci a spuntare una tariffa più bassa. Attenzione poi alla camera che prenoterai : sappi che molte agenzie online offrono sul portale diverse tipologie di camere e sta a te trovare quella giusta.

Ti faccio un esempio pratico: noi in Famiglia siamo in tre: io, mio marito e mia figlia di 15 anni. Quando vado a selezionare una soluzione per noi tre inserisco sempre tre persone ( due adulti e 1 ragazza), inserisco l’età e mi aspetto che il sistema mi faccia trovare solo delle camere triple. Invece ho notato che molti portali, non tutti per fortuna) ti propongono la camera doppia anche se noi siamo in tre. E’ una cosa sciocca, perche una volta arrivati in struttura, l’hotel farà pagare il supplemento. Quindi attenzione !

Massima attenzione anche alle penali di annullamento! E alla tipologia di camera a seconda del paese dove vi recate. In Usa ad esempio conoscete la differenza tra camera queen size e camera king size? Valutate bene se vi viene offerta la colazione ed a che prezzo. Se alloggerete su un isola, dovete calcolare anche se nel prezzo dell’hotel è incluso il trasferimento (alle Maldive ad esempio). Insomma non dubito che lo sappiate fare ma quanto tempo vi costa tutto ciò? se devo individuare un hotel in città, io stessa che sono agente di viaggio, ci metto un sacco di tempo: l’hotel deve essere in una determinata zona della città, deve essere raggiungibile con i mezzi o al contrario avere un parcheggio vicino. Deve offrire degli standard minimi di pulizia ( e giù a perdere ore sui vari siti di recensioni) non sempre affidabili e quindi guardarne piu di uno per essere sicuri che le recensioni siano veritiere.

E ancora, e l’assicurazione ? quale faccio? mi perdo in un mare di possibilità di franchigie, di massimali, di motivi per cui un viaggio è cancellabile etc etc. E poi, una volta arrivato in aeroporto come raggiungo l’hotel ? cosa mi conviene fare: prendere un taxi o un transfer? cosa costa un taxi? e un transfer? e anche li faccio un po di paragoni. Ma non ho finito: e quando sarò li cosa vedrò? Mi serve un noleggio auto? mi sposterò con i mezzi? di che mezzi ho bisogno? come è la rete di trasporti del posto in cui trascorrerò le vacanze? E se devo visitare dei musei mi serve la city card? dove la faccio? conviene comprarla prima? e se vado in un posto dove serve il visto come lo faccio? a chi mi rivolgo? devo pagare qualche tassa locale ? Mi conviene portare dollari, Euro o cambiare in moneta locale? e l’auto in aeroporto dove la lascio? parcheggio coperto o scoperto?

Lasciamo da parte ogni timore sui pagamenti con carta di credito, il timore di pagare dei fornitori sconosciuti e magari locali. lasciamo perdere anche qualche tour fly and drive, che vanno organizzati minuziosamente, includendo il totale km da percorrere, e gli itinerari migliori affinchè non si sprechi nemmeno un attimo del nostro tempo.

Un agente di viaggio fa tutto questo per voi. I suoi guadagni derivano dalle provvigioni che prende per i servizi che prenota, ma soprattutto vi fa risparmiare tempo, tempo , tantissimo tempo. E di tempo non ce n’e mai abbastanza

I commenti sono chiusi.

 Condividi:
-
-