Place

Via A. Moro 1 Arco (TN)

Plan

claudia@tourix.it lu-ve 9-17

Preventivo agenzia viaggi si paga?

Recarsi in agenzia Viaggi a chiedere un preventivo: è a pagamento?

Da anni nel settore si sta discutendo se inserire il pagamento dei preventivi di viaggio nelle agenzie.

a Favore del NON FAR PAGARE I PREVENTIVI c’è chi sostiene che in qualsiasi attività commerciale i preventivi sono gratis, per cui non è giusto farli pagare.

a Favore ancora del NO c’e anche chi sostiene che o lo fanno tutti o nessuno, altrimenti coloro che faranno pagare i preventivi perderanno clienti che si recheranno da chi i preventivi viaggi non li fa pagare.

chi invece è a favore del SI sostiene che chiedere una cifra da eventualmente dedurre dal preventivo totale fa solo desistere i cosiddetti perditempo.

Per arrivare subito al punto vi dico che al momento però nella maggior parte delle Agenzie Viaggi i preventivi sono ancora gratis; Ma in ogni caso chiedete prima di farveli fare se vi verrà addebitato un costo.

Non lo trovo corretto però e ve lo spiego in due parole; come sempre mi è più facile fare un paragone con altre situazioni.

Se entro in un mobilificio e chiedo cosa costa un armadio o un mobile per la mia cucina, mi verrà dato il prezzo e tale resterà per un bel periodo. Se sul preventivo ci sarà una data di validità del preventivo sarà semplicemente una leva di marketing per far si che il cliente si affretti ad acquistare ( la famosa offerta a scadenza) . E’ lampante che il divano sarà sempre li a meno che non vada fuori produzione.

Nel turismo un’offerta fatta la mattina alle 10.30, probabilmente alle ore 14.00 sarà già scaduta. Non perchè l’operatore ha sbagliato a fare il prezzo ma perché magari quello stesso hotel è già al completo nel frattempo; oppure la compagnia ha già venduto quel posto volo, oppure alzato i prezzi.

Nel turismo siamo arrivati a delle quotazioni “da borsa”, in tempo reale. Le offerte ci sono e poi magicamente pochi istanti dopo svaniscono. Quotazioni in real time. in linguaggio tecnico si chiama dynamic Packaging.

provate voi stessi e prenotarvi un volo Ryanair e poi vedrete…

Seconda cosa: nel turismo posso andare a confrontare dei pacchetti turistici soltanto se ho in mano tutti i dati. E per dati intendo TUTTI.

Se faccio un confronto tra un pacchetto creato con un volo charter (di cui non conosco orari di partenza), rispetto ad un volo di linea, con un transfer collettivo (quindi con tempi di attesa lunghi) rispetto ad un transfer individuale, le due cose non sono affatto paragonabili.

Non parliamo poi di un volo diretto rispetto ad un volo che fa magari più scali. Cosi come non sono raffrontabili due hotel diversi , magari di diversa categoria, una camera rinnovata contro una camera detta Best price ( di solito poco più che uno sgabuzzino).

Non è paragonabile neanche un viaggio di 7 giorni contro uno di 9 dove nell’uno è offerta la pensione completa e nell’altra l’all inclusive. Si, a spanne forse si, ma nella realtà dei fatti no, non lo è.

Solo che a fronte di due preventivi diversi, nel caso dell’agente di viaggi professionista vi sa spiegare esattamente la differenza ( vede Sig. Rossi qui si parte la mattina alle 10, mentre nell’altro preventivo la partenza è alle ore 21) , oppure qui si va alle Maldive con uno scalo a Mosca ed una pausa di 5 ore, mentre nel secondo caso si tratta di un volo diretto. Quanto vale per te il risparmio in quel caso ? se hai a disposizione una settimana soltanto , ti farebbe comodo magari avere un volo senza scali, non credi?

ma non è finita qui, perchè il preventivo che ricevi dall’Agenzia Viaggi non è solo un mezzo di confronto con fornitori diversi, bensì è anche lo strumento più utilizzato dai viaggiatori fai da te, appunto per crearsi il loro viaggio in autonomia.

Quindi vado in Agenzia, mi faccio stilare un bel preventivo (ma dettagliato eh, non sia mai che omettano nomi degli hotel, stelle , numero dei voli e nome della Compagnia aerea) poi vado a casa, e faccio da me.

In questo caso sarebbe correttissimo far pagare i preventivi: il cliente che poi opta per il fai da te, ha pagato, ha ricevuto un programma dettagliato di ciò che cerca e poi prenota in autonomia.

Quello che invece decide di prenotare in Agenzia, si vedrà scalare l’importo del preventivo dal conteggio finale.

IO personalmente trovo che questa sia la strada migliore. Ci sono diversi tipi di viaggiatori, ad ognuno il suo viaggio, ma se fai lavorare un professionista che ha speso delle ore per te e usi la sua traccia per organizzarti da te le tue vacanze, è giusto che il suo lavoro venga pagato.

I commenti sono chiusi.

 Condividi:
-
-